Indice del forum

Sofonag˛n



PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

La butto lý (qui)
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Forum come Treno
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Rita







EtÓ: 31
Registrato: 28/11/08 17:16
Messaggi: 10
Rita is offline 

LocalitÓ: VC




MessaggioInviato: Gio Dic 18, 2008 11:12 am    Oggetto:  La butto lý (qui)
Descrizione:
Rispondi citando

In questa splendida giornata di sole, anzichŔ uscire e gioire delle bellezze naturali, sono seduta alla scrivania per capire quello che Perone vuole sentirsi dire durante l'esame del 22.

Scheler.
Scheler critica Kant nel momento in cui quest'ultimo sostiene che l'unica via che garantisce la universalitÓ della morale Ŕ un'etica formale. Siamo d'accordo.
Ma Colui Che Vede Oltre (Emerito Docente Nostro), non contento del rigore e della schematicitÓ esaustiva (tanto che dopo un po' ne hai a basta dei chiarimenti) di Kant, scopre un presupposto SOTTACIUTO (se lo dice Lei, Signore Nostro) che consiste nel rapporto di astrazione tra bene e valore: il valore sarebbe estratto per astrazione dal bene.

Ora spiegatemi questo fantastico presupposto sottaciuto perchŔ son limitata (ahimŔ) e non capisco:
:arrow: il processo di astrazione implica che qualcosa venga estratto
:arrow: si dice qui che il valore venga estratto dal bene
:arrow: stiamo dicendo che Kant estrae un contenuto valoriale dal bene?!

No veramente non riesco a capire cosa intende. In Kant, il valore morale Ŕ dato dall'azione virtuosa (Bene supremo) . Il Bene, Sommo, renderÓ compiuto il nostro sforzo della vita terrena in una dimensione ultraterrena (di qui i tre postulati, o almeno due).

Ovviamente siete pi¨ che legittimati voi che avete finito con gli esami a non rispondere ( :cry: )

_________________
La conversazione Ŕ feconda soltanto fra spiriti dediti a consolidare le loro perplessitÓ. (Cioran)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Adv



MessaggioInviato: Gio Dic 18, 2008 11:12 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Stef







EtÓ: 34
Registrato: 28/11/08 13:00
Messaggi: 7
Stef is offline 

LocalitÓ: Novara, IT

Impiego: Studente
Sito web: http://www.flickr.com/...

MessaggioInviato: Dom Dic 21, 2008 11:41 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Premesso che il Signore Nostro Grandissimo Ugo Peronen ci ha ben sottolineato che in filosofia non serve capire tutto... Wink

Tutta la ragion pratica si fonda sulla Legge Morale (che si poggia sulla Ragione), Kant parte dalle cose astratte e arriva a quelle concrete. Prima il povero umano deve rispettare l'ordine "agisci in modo che eccetera" e poi deve agire. Tutto Kant Ŕ vagamente platonico: mondo noumenico dunque mondo fenomenico.
Scheler fa esattamente il percorso inverso: parte dai beni (materialissimi) per arrivare a tutta la struttura eidetica dei valori (astrattissima).

Il presupposto sottaciuto di cui parla l'Eminentissimo Ughen Peronen, mi sembra sia il solito problema che hanno sollevato i post-kantiani (e poi gli idealisti) sul legame tra mondo fenomenico e mondo noumenico, ovviamente il salsa peroniana. Che nei fatti la corrispondenza tra noumeno e fenomeno Ŕ un presupposto del sistema Kantiano, sistemato nella ragion pura con lo schematismo trascendentale e nella ragion pratica con le topiche, ma alla fin fine sono stuzzicadenti dove servirebbero travi.
Arrow Sembra ragionevole a noi posteri che nel costruire tutta la storia del mondo noumenico (di cui non possiamo dire alcunchÚ), Kant sia partito da quello fenomenico. Che in morale, vuol dire "estrarre" (se vogliamo Ŕ una forma di deduzione) il contenuto della legge morale (che poi si esprimerÓ formalmente) ed il concetto di sommo bene da ci˛ del fenomenico che sembra buono. Ovvero, estrarre il valore dal bene.
Kant ha detto tutte quelle cose sul bene solo fantasticando sulle cose del mondo che gli piacciono? Sý, ma anche no. A voler essere kantiani fino in fondo diremmo eresia... L'Ughissimo Peronen non ha fatto altro che decostruire e ricostruire Kant capovolgendolo. Triplo salto mortale carpiato con avvitamento, e alla fine cade pure in piedi se proprio non vogliamo fare i pignoli che no il pensiero di Kant Ŕ sacro e si rispetta e non dobbiamo tradire il testo.
Ma alla fine Ŕ solo retorica. Rolling Eyes

O almeno, cosý Ŕ come l'ho capita io... Confused

---

Comunque guarda, io sto esame l'ho fatto il 9... In pratica ho rivoltato Aristotele, ho preso tutte le domande dalla fine, alla fine mi sono messo a parlare di Scheler che non dovevo neanche portare. Veramente brutta come interrogazione, e mi ha comunque appioppato un 28 (evidentemente si Ŕ reso conto che comunque la cosa l'avevo capita). Ero lý llý per dire guardi torno la prossima, poi mi sono reso conto che avevo anche psicologia e allora niente. Peronen Ŕ bravo, fidati, per˛ studia bene le parole in tedesco che quelle le chiede.

A domani! Very Happy
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Forum come Treno Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sofonag˛n topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB ę 2003 - 2008